Coldiretti, mentre i fast food sono in crisi volano i farmers market


La crisi del fast food, con la messa in vendita del colosso statunitense Burger King, conferma un cambiamento in atto nelle abitudini alimentari anche negli Usa. Lo afferma la Coldiretti che, nel commentare le difficolta’ che sta incontrando la catena di fast food, sottolinea che negli Stati Uniti ci sono 6.132 mercati degli agricoltori, con un aumento del 16% rispetto allo scorso anno. Una tendenza sostenuta dalla stessa amministrazione Obama che ha avviato numerose iniziative contro il cibo spazzatura e a favore di stili di vita sani, a partire dall’obbligo ad indicare il conto delle calorie nei menu’ offerti da oltre 200mila catene di fast food, ristoranti e take away. Anche in Italia, ricorda la Coldiretti, si registra il successo della vendita di prodotti locali rispetto ai quello delle multinazionali come McDonald’s, con il 54% degli italiani che preferisce acquistare alimenti locali e artigianali. Secondo l’indagine Swg-Coldiretti, per il 29% degli italiani la scelta tra le due tipologie di prodotto dipende dalla qualita’, mentre per il 5% dal prezzo. Un’opinione confermata dal boom degli acquisti diretti dai produttori dove compra regolarmente l’11% degli italiani, mentre il 47% ha dichiarato di farlo almeno qualche volta durante l’anno.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.