Coldiretti Milano: vivai in affanno, pagamenti lunghi

Non solo il caro gasolio. A minare la stabilita’ dei vivai tra Milano, Lodi, Monza e Brianza concorrono anche i ritardi nei pagamenti da parte dei clienti.
L’allarme e’ lanciato dalla Coldiretti che fa notare come non si tratti piu’ di attendere “solo 30 o 60 giorni: adesso per vedere i soldi di un lavoro gia’ concluso, un florovivaista rischia di aspettare mesi, se non anni. E questo vale – aggiunge – anche per somme di poche migliaia di euro”. Secondo la Coldiretti, quello dei pagamenti lunghi e’ “un problema che accomuna sia le pubbliche amministrazioni che i privati”.
Secondo un’analisi di Coldiretti, su stime di Assofloro, oltre il 50 per cento delle 2.800 aziende florovivaistiche lombarde ha problemi a incassare dai Comuni, che non riescono a pagare per i limiti imposti dal patto di stabilita’, per i bilanci in rosso o perche’ costretti a spostare su altri settori fondi gia’ stanziati per il verde. Il discorso vale anche per il settore privato: dai primi dati di una rilevazione ancora in corso della Coldiretti di Milano, Lodi, Monza e Brianza, ci sono vivai che hanno avuto difficolta’ nel recuperare i soldi per manutenzioni o sostituzioni di piante in esercizi pubblici, mentre altri problemi riguardano quelle aziende che riforniscono di essenze per esempio i giardinieri i quali, se non vengono pagati, non possono saldare i debiti con i fornitori. “Si innesca cosi’ una reazione a catena molto pericolosa – ha spiegato il presidente Carlo Franciosi – che rischia di far diventare insostenibile la situazione”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.