Coldiretti: nessun rischio a tavola, dal Giappone importazioni marginali

Vale 13 milioni di euro il positivo blocco delle importazioni di cibi dal Giappone con data successiva all’11 marzo, giorno del terremoto, annunciato dal ministro della Salute Ferruccio Fazio per motivi precauzionali alla trasmissione ‘Porta a Porta’. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che “gli arrivi di prodotti agroalimentari dal Giappone sono limitati per un importo che nel 2010 ha raggiunto solo i 13 milioni di euro, appena lo 0,03 per cento dell’import agroalimentare totale nazionale”, anche perche’ i ristoranti giapponesi in Italia si approvvigionano di pesce sul posto. Peraltro le importazioni – sottolinea la Coldiretti – riguardano per 3 milioni di euro piante e fiori che non sono destinate a fini alimentari, mentre si rilevano arrivi praticamente irrisori, nell’ordine di semi oleosi, bevande alcoliche, oli vegetali, prodotti dolciari, pesce e te’. Le esportazioni alimentari sono in realta’ marginali in tutto il mondo poiche’ il Giappone e’, tra i Paesi sviluppati, il piu’ dipendente per l’alimentazione dall’estero dal quale importa ben il 60 per cento del proprio fabbisogno, secondo le elaborazioni della Coldiretti. Molto piu’ rilevanti sono quindi le spedizioni di prodotti agroalimentari Made in Italy nel Paese del Sol Levante che – continua la Coldiretti – potrebbero essere colpite dagli effetti della tragedia sull’economia nipponica. A rischio ci sono le esportazioni agroalimentari nazionali che nel 2010 hanno fatto segnare un valore 536 milioni di euro, in aumento del 2 per cento rispetto all’anno precedente. Il prodotto piu’ esportato in valore e’ il vino, rileva la Coldiretti, con oltre 102 milioni di euro, seguito dalla pasta per 82 milioni, dalle conserve di pomodoro con 70, dall’olio di oliva con 69 e dai formaggi con 41. Sui tratta principalmente dei prodotti di base della dieta mediterranea per i quali si registra un apprezzamento crescente da parte dei giapponesi nelle case e nei ristoranti dove – conclude la Coldiretti – si temono pero’ i contraccolpi economici dell’emergenza terremoto. (AGI)

Un Commento in “Coldiretti: nessun rischio a tavola, dal Giappone importazioni marginali”

Trackbacks

  1. Coldiretti: nessun rischio a tavola, dal Giappone importazioni marginali | Finance Planet

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.