Coldiretti, ok Ue a miele ogm, +29% import da Cina

miele 2Nel miele in vendita nell’Ue non è necessario indicare in etichetta la presenza di polline contaminato Ogm, nonostante il boom delle importazioni da Paesi a rischio contaminazione, come la Cina, che nel 2013 ha aumentato del 29% le spedizioni diventando il secondo fornitore dell’Italia preceduta solo dall’Ungheria. E’ la Coldiretti a lanciare l’allarme sugli effetti dell’ultima sessione plenaria di questa legislatura a Strasburgo dove il Parlamento europeo ha adottato il testo in base al quale il polline, essendo una componente naturale specifica del miele, non va considerato un ingrediente; ne consegue, quindi, che non sarà mai necessario indicare in etichetta la presenza di Ogm dal momento che rappresenta un valore inferiore alla soglia dello 0,9% prevista dalla legislazione europea. Un’interpretazione che, controbatte la Coldiretti, non rispecchia la sentenza della Corte di giustizia, secondo la quale il polline è un ingrediente del miele e quindi la presenza di Ogm va indicata in etichetta. A preoccupare, infatti, è il fatto che la coltivazione di un campo Ogm è in grado di determinare la contaminazione del miele attraverso il trasporto del polline da parte delle api. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.