Coldiretti: più pane dai campi al consumatore per frenare calo consumi

Più pagnotte dai campi per frenare il calo dei consumi che fa segnare una diminuzione del 2,7% del pane sulle tavole. E’ l’obiettivo di Coldiretti Ancona, che promuove sul territorio una campagna di informazione rivolta alle aziende agricole che intendono vendere direttamente il pane prodotto con il proprio grano. Attraverso i circuiti di vendita della filiera agricola tutta italiana, dai mercati ai Punti di Campagna amica, fino alle Botteghe di prossima apertura. “Un’opportunità resa possibile dal decreto del ministero dell’Economia, che ha recentemente confermato che il pane è a tutti gli effetti un prodotto della trasformazione agricola” spiega il presidente di Coldiretti Ancona Maurizio Monnati. In questo modo le imprese impegnate nella coltivazione del grano, soprattutto se coinvolte nell’attività agrituristica e di vendita diretta, “possono trovare un’importante occasione di integrazione del proprio reddito, oltre ad offrire ai cittadini un prodotto davvero made in Marche”. Il settore del pane sta vivendo una crisi degli acquisti, con le ultime rilevazioni Ismea che indicano un calo del 2,7% rispetto all’anno precedente, mentre aumenta il consumo dei sostituti come pane in cassetta, grissini, crackers (+4,3%). Un trend confermato dal fatto che nel 2010 ogni famiglia marchigiana ha speso 175 euro in pane e cereali, contro i 179 del 2009, secondo l’Istat.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.