Coldiretti propone alle aziende la “Carta della legalità”. Codacons la premia

giovani-agricoltori-coldirettiUn importante impegno a favore della legalità arriva oggi da Coldiretti, che in occasione del Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione in programma a Cernobbio, ha deciso di abbracciare una iniziativa a favore della trasparenza e della correttezza lanciata dal Codacons.
Coldiretti – che sarà premiata a Roma lunedì 17 ottobre nell’ambito del premio “Amico del consumatore 2016” – ha infatti proposto a tutte le aziende iscritte all’organizzazione dei coltivatori di sottoscrivere la Carta della Legalità promossa dal Codacons e accettata già da 23 Comuni italiani.
La Carta della legalità – spiega il Codacons – impegna le aziende a comportarsi positivamente verso il territorio, la società e il mercato, adottando la legalità come strategia globale.  Le aziende che sottoscrivono il documento si impegnano a garantire e mantenere:
– l’assenza di sentenze di condanna e di misure cautelari per ogni tipo di illecito e da qualunque autorità emessa inerente l’attività e la missione nei confronti dell’impresa stessa, nonché dei suoi amministratori;
– l’assenza di provvedimenti di condanna dell’Autorità per pratiche commerciali scorrette;
– la regolarità fiscale e contributiva;
– l’assenza di provvedimenti di revoca di finanziamenti pubblici di cui è o è stata beneficiaria, per i quali non siano stati assolti gli obblighi di restituzione, divenuti inoppugnabili o confermati con sentenza passata in giudicato;
– l’assenza di provvedimenti sanzionatori dell’ANAC di natura pecuniaria e/o interdittiva e assenza di annotazioni nel Casellario informatico delle imprese.
 
Inoltre l’impresa, con la sottoscrizione della La Carta della legalità, assume i seguenti impegni:
– comunicazione e denuncia immediata di eventuali fenomeni estorsivi nei propri confronti o nei confronti di dipendenti e rappresentanti legati all’impresa da rapporti professionali;
– non avvalersi nei rapporti con la PA di forme di intermediazione o di rappresentanza indiretta per l’aggiudicazione di commesse pubbliche;
– rispettare le prescrizioni normative sulla tutela di salute e sicurezza sul lavoro e assicurare il pagamento di retribuzioni, contributi e ritenute fiscali relativi ai propri dipendenti.
 
La decisione di Coldiretti di promuovere l’iniziativa – sottolinea il Codacons – è di particolare importanza, perché dimostra la volontà di diffondere comportamenti virtuosi anche tra i coltivatori e gli allevatori, in un settore, quello agroalimentare, dove troppo spesso comportamenti fuorilegge hanno danneggiato i consumatori, il made in Italy e l’intero comparto.
 

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.