Coldiretti Sardegna: servono interventi strutturali

“Negli ultimi anni gli interventi tampone per evitare il collasso dell’agricoltura in Sardegna hanno permesso alle aziende di sopravvivere, ma ora e’ arrivato il momento di interventi strutturali”. Lo ha affermato stamane a Cagliari, durante una conferenza stampa, il direttore regionale di Coldiretti Sardegna, Luca Saba, subentrato di nuovo a Michele Errico. Secondo i dati illustrati dall’associazione di categoria, il pil regionale e’ diminuito del 4,3%, calo cui si accompagna una riduzione complessiva di occupati pari a oltre 20 mila unita’. Il quadro trova conferma anche nell’andamento dell’export, che lo scorso anno ha perso 44 punti percentuale. In parallelo l’agricoltura sarda deve affrontare una crisi che non accenna ad arrestarsi, considerato che il numero degli occupati e’ passato, dal 2008 al 2009 da 38 mila 34 mila unita’. “Sul comparto”, ha detto Saba, “pesano questioni mai risolte come il riordino fondiario, le bollette pazze e una capacita’ di spesa e di programmazione dei fondi comunitari nazionali sostanzialmente inefficiente. Su questo frangente e’ sufficiente ricordare come su un totale 379 milioni di euro previsti dall’Asse 1 del Psr 2007/2013, quelli programmati con bando siano poco meno di 226 milioni. Soprattutto, al 31 dicembre dello scorso anno, i fondi erogati ammontavano ad appena 1 milione e 200 mila euro, vale a dire lo 0,32% del totale”.
Secondo Coldiretti le politiche strutturali per dare ossigeno ad agricoltura, pesca e allevamento passano per la valorizzazione delle produzioni e delle filiere locali, “dando impulso”, ha detto il presidente regionale di Coldiretti Marco Scalas, “d un sistema organizzato in cui sono le imprese agricole e le cooperative a incidere sul mercato con l’offerta delle proprie produzioni”. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.