Ogm: per Futuragra la diminuzione delle superfici è una politica miope


”Il calo delle superfici Ogm in Europa e’ il risultato di una politica agricola miope e il frutto di una vasta campagna di disinformazione che ha creato diffidenze e paure ingiustificate”. Lo afferma Futuragra in merito al dibattito sugli Ogm, secondo cui il fronte dei favorevoli all’innovazione e’ piu’ esteso di quanto potesse apparire anche solo un mese fa, con la netta presa di posizione di Confagricoltura a favore. ”Purtroppo e’ l’ intransigente chiusura della Coldiretti il vero motivo della resistenza del ministro Zaia rispetto al diritto di semina riconosciuto a un nostro agricoltore dal Consiglio di Stato – ha detto Duilio Campagnolo presidente di Futuragra – un’organizzazione che con la consueta disinvoltura cita dati scientifici non riconosciuti validi dall’Autorita’ Europea per la Sicurezza Alimentare, unica a dare responsi scientifici sulla sicurezza dei prodotti Ogm.

Questo clima di disinformazione che trova linfa vitale in alcune trasmissioni del servizio pubblico radiotelevisivo – ha concluso – da’ poi adito a facili sondaggi in cui ignari consumatori vengono ingannati con domande retoriche spesso vuote di senso”. Per Futuragra, l’Italia paradossalmente e’ il Paese europeo che sta esprimendo le posizioni piu’ avanzate sulle biotecnologie nel rispetto delle normative comunitarie, lo scorso anno ha aumentato le importazioni di mais del 10% e deve sopportare un deficit di 10 miliardi di euro nella bilancia commerciale nel settore agroalimentare. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.