Commercio estero: record storico per frutta e verdura

Agri 1141_20160917_tranche 02-1Mai così tanta frutta e verdura Made in Italy è arrivata sulle tavole straniere con il record storico nelle esportazioni da almeno 25 anni. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti presentata in occasione del Macfrut, la rassegna internazionale dell’ortofrutta di Rimini sulla base dei dati Istat relativi al primo semestre del 2016.
 Sono state esportati complessivamente 2,17 miliardi di chili di frutta e verdura fresca nel semestre con un aumento dell’8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno ed un valore di 2,4 miliardi di euro. A prevalere – precisa la Coldiretti – è stata la frutta con 1,38 miliardi di chili ed un aumento del 4% mentre le esportazioni sono state di 789 milioni di chili per le verdure ma con un aumento del 14%. Un risultato ottenuto nonostante l’embargo totale in vigore nei confronti dei prodotti ortofrutticoli nazionali da parte della Russia che è stata storicamente un importante mercato di sbocco. Come poche volte è accaduto nel passato le esportazioni di frutta e verdura – precisa la Coldiretti – hanno sorpassato in quantità le importazioni con un netto miglioramento della bilancia commerciale del settore.
Si tratta anche del risultato di un cambiamento degli stili di vita che ha fatto lievitare a livello internazionale la domanda di cibi più genuini come l’ortofrutta. Una tendenza che ha interessato anche l’Italia con i consumi di frutta e verdura che, dopo essere crollati, hanno raggiunto il massimo dell’ultimo quadriennio per effetto di un aumento annuale medio di 3 chili di frutta e verdura per persona e si stima che nel 2016 il consumo procapite di frutta e verdura sfiorerà i 320 chili a testa secondo una analisi della Coldiretti.
Il risultato – sottolinea la Coldiretti – è che la spesa per frutta e verdura degli italiani raggiunge i 98,55 euro al mese per famiglia, sorpassa quella per la carne ed è diventata la prima voce del budget alimentare delle famiglie con una rivoluzione epocale per le tavole nazionali che non era mai avvenuta in questo secolo. Le famiglie italiane – conclude la Coldiretti – hanno acquistato complessivamente 3,47 miliardi di chili nei primi sei mesi 2016 con un aumento del 2% rispetto allo spesso periodo dell’anno precedente secondo i dati di Macfrut Consumers’ Trend
Il tema dei consumi di frutta è stato dibattuto al Macfrut anche al convegno di Coldiretti Emilia Romagna su come cambia la spesa degli italiani, dal quale è emerso che aumenta la scelta salutistica e di qualità della frutta. Al convegno, al quale è intervenuto anche il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il presidente regionale di Coldiretti, Mauro Tonello, ha ricordato che nonostante l’aumento delle esportazioni italiane, la bilancia commerciale nazionale sull’import-export di frutta europea è in negativo di 18 miliardi di euro. “L’aumento dei consumi e delle esportazioni – ha detto Tonello – apre ampi spazi per aumentare anche i mercati del prodotto ortofrutticolo nazionale e regionale. Non c’è più motivo quindi di pensare ad abbattere frutteti, come è avvenuto negli ultimi anni in Emilia Romagna e in tutta Italia, ma bisogna ridefinire strategie e capacità di innovazione per aumentare la competitività e la capacità di penetrazione dei nostri prodotti sul mercato valorizzando al meglio i nuovi modelli di scelta del consumatore”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.