Commissione Ue in campo con decalogo anti-spreco

La Commissione europea è al lavoro per ridurre gli enormi sprechi di cibo nei paesi dell’Unione, a partire da un semplice vademecum per i consumatori. Il 42% del cibo acquistato dalle famiglie nell’Ue infatti finisce nella spazzatura, secondo gli ultimi dati raccolti dal Barilla Center for food & nutrition (Bcfn), che ha rilanciato il dibattito sulle strategie anti-spreco a Bruxelles. “L’informazione dei consumatori è la chiave per ridurre gli sprechi – afferma Chantal Bruetschy della Commissione europea – e per questo abbiamo messo a punto un decalogo. Si tratta di regole semplici, come quella di distinguere sulle etichette le diverse scadenze”. “Da consumarsi entro” e “da consumarsi preferibilmente entro” sono infatti due cose diverse: la seconda indica la data fino alla quale il prodotto conserva le sue qualità specifiche, ma gli alimenti risultano idonei al consumo anche dopo il giorno indicato. Un’informazione utile anche per il portafogli: “In Svezia abbiamo fatto una campagna di questo tipo – ha spiegato Anna Maria Corazza Bildt, eurodeputata svedese – spiegando come ogni famiglia possa risparmiare fino a 800 euro all’anno riducendo gli sprechi alimentari”. Evitare di gettare via gli alimenti è ormai anche una questione etica: la quantità di cibo che finisce nella spazzatura dei paesi industrializzati è pari a quella disponibile nell’Africa sub-sahariana. In Italia occorre recuperare le ricette salva-spesa con gli avanzi: “Basta pensare alla frittata di pasta” ha ricordato Roberto Bassi, chef executive Barilla, che in un menu italo-belga ha proposto un must del recupero in cucina: il polpettone. Gli italiani non sono esattamente fra i più morigerati in Europa quanto a sprechi alimentari: ognuno getta via in media 149 kg di cibo ogni anno, contro i 44 kg dei greci, ma ben al di sotto dei 579 kg degli olandesi.
(foto tratta da www.ultimaora.net)

Tags: ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.