Con i piedi per terra: borghi antichi e saggezza popolare

La nuova puntata di Con i piedi per terra ci porta a Borgo Tossignano, alla scoperta della Vena del gesso, l’imponente catena gessosa che caratterizza questa parte della Vale del Santerno, un affioramento formatosi 7 milioni di anni fa, visibile per diversi chilometri e che prosegue oltre Tossignano fino nei pressi di Brisighella.
Composta da banconi di gesso sovrapposti, più grossi alla base e più sottili man mano che si va verso l’alto, intercalati da strati di marna legata al deposito marino, la catena “Gessoso-solfifera”, si è formata in seguito all’isolamento subito dal mar Mediterraneo con la chiusura della soglia di Gibilterra e oggi studiosi e turisti di ogni parte del mondo ne fanno oggetto delle loro attenzioni.
A pochi chilometri incontreremo poi CASTEL DEL RIO l’ultimo paese della valle del Santerno famoso per il particolarissimo ponte a schiena d’asino, con una sola arcata di 42 metri, che resiste intatto sul Santerno da più di cinquecento anni, e per il Palazzo degli Alidosi con il Cortile delle 4 fontane restaurato di recente, piccolo gioiello architettonico.
Nel Valle del samoggia invece ci dedicheremo a vino e castagno, ma soprattutto al recupero di un’antica badia, sempre attraverso i progetti di valorizzazione delle architetture minori della montagna bolognese.
Con Andrea Malossini, esperto e studioso di tradizioni popolari, ci dedicheremo a santi, proverbi e curiosita’ di questa settimana d’agosto. “A la prem’aqua d’agost cuntadena met al mangh a e’ bost , e’ il proverbio romagnolo che apre la puntata, cioe’ Alla prima pioggia d’agosto contadina metti le maniche al busto, che significa che dopo le prime piogge d’agosto, la temperatura tende a diminuire. A seguire un proverbio parmigiano “San Lorenz l’è a temp, San Rocch un po trop, San Bertlamè dag al näs da drè, cioe’ San Lorenzo (che cade il 10) è a tempo, san Rocco (che cade il 16) è un po’ troppo, san Bartolomeo (che si festeggia il 24 agosto) dò il naso di dietro. Un proverbio riferito al beneficio che la pioggia porta alla coltura del mais, per san Bartolomeo è troppo tardi. Come dire che l’acqua e la sua mancanza sono protagoniste, oltre che della cronaca, anche della storia e della popolare

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.