Con la crisi volano gli acquisti nei discount. Coldiretti: ne risente la qualità


Il 25 per cento degli italiani ha aumentato nel 2011 la frequenza dei discount mentre, all’opposto, il 38 per cento ha ridotto la propria presenza nei negozi tradizionali, che rischiano un vero e proprio crack. E’ quanto emerge dalla presentazione dei risultati dall’indagine Coldiretti-Swg divulgata in occasione dei dati istat sul commercio al dettaglio. “Si evidenzia la tendenza da parte di un crescente segmento della popolazione – afferma il presidente della Coldiretti Sergio Marini – ad acquistare prodotti alimentari a basso prezzo nei discount, a cui però può corrispondere anche una bassa qualita”. “Risparmiare oltre un certo limite sul cibo – prosegue – può significare nutrirsi di alimenti che possono avere contenuto scadente, con effetti negativi sul piano nutrizionale, sulla salute e sul benessere delle persone. Non è un caso che la prima mozzarella blu sia stata trovata proprio all’interno di un discount”. Marini rimarca invece “l’opportunità per i produttori e per i consumatori offerta dai mercati degli agricoltori e dalle Botteghe di Campagna Amica che vanno anche a sostegno della storia, della cultura e della vivibilità dei centri urbani”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.