Con l’acquacoltura pesce di qualità senza impatto sui mari


Scegliere pesce italiano d’allevamento, un prodotto di ottima qualità che contribuisce a salvare il mare. E’ l’invito lanciato dall’Associazione piscicoltori italiani (Api) di Confagricoltura, in seguito al fermo pesca in vigore da oggi in alcune zone per favorire il ripopolamento marino. I prodotti d’acquacoltura, ricorda l’Api, rappresentano oggi il 50% dei consumi mondiali, che diventeranno l’85% entro i prossimi 20 anni. “I nostri pesci sono controllati in tutto il ciclo d’allevamento”, afferma Pier Antonio Salvador, presidente dell’associazione, da tempo impegnata a promuovere il consumo dei prodotti d’acquacoltura italiana che vantano qualità nettamente superiori rispetto a quelli degli altri Paesi europei. In Italia, ricorda Confagricoltura, il mercato ittico fresco sta vivendo un’annata altalenante. Per il pesce marino fresco, nel periodo giugno 2011/maggio 2012, si registra un calo generalizzato di vendite, ad esclusione di orata, triglia e sgombro. Il pesce d’acqua dolce, invece, risulta in crescita sia per quello intero sia per il pulito; un trend positivo dovuto soprattutto alla trota salmonata ma, in termini di valore, anche alla trota bianca.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.