Confagri, con la siccità vendemmia a rischio


Se non pioverà entro la fine di luglio e gli inizi di agosto la vendemmia entrerà in zona rischio.
“Senza piogge – avverte Confagricoltura – gli acini di uva non ingrosseranno e perderanno colore; insomma non matureranno adeguatamente, con il rischio di poca gradazione. Già veniamo da un’annata di basse rese e c’è il rischio che vengano confermate anche quest’anno; chi ha la possibilità mette in conto irrigazioni di soccorso, che comportano oltre tutto aumenti dei costi aziendali. Al Nord i produttori già si attendono una vendemmia anticipata al 20 agosto”.
“Le precipitazioni degli ultimi giorni hanno dato certamente sollievo a una situazione che era complessa per via della siccita’, anche se in alcune province, come ad esempio quella di Piacenza e di Torino, si sono verificate delle grandinate che hanno creato dei problemi.
Confagricoltura commenta gli effetti dell’andamento meteorologico di questi giorni, che hanno riportato la colonnina di mercurio nel Centro-Nord a temperature autunnali, sottolineando che il vero problema resta, però, la siccita’ pregressa di questi mesi in regioni come Emilia Romagna Veneto, e sopratutto nel Sud Italia.
La carenza d’acqua, e soprattutto le temperature record di questo periodo, stanno causando un deperimento organico delle piante di mais, girasole, soia, bietola. Data la situazione – osserva l’Organizzazione degli imprenditori agricoli – sembra ormai impossibile scongiurare il pesante danno economico.
Confagricoltura stima una perdita già avvenuta di 450-500 milioni di euro per il solo settore cerealicolo, che potrebbe essere anche superiore dal momento che si prevede una diminuzione dei raccolti del 20-30% per il mais e del 40-50% per la soia. A ciò si aggiungono, tra l’altro, le perdite di pomodoro e la minore qualità e quantità di frutta estiva.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.