Confagri: giù i prezzi ma non per il consumatore


Da sette mesi i prezzi dei prodotti agricoli sono in caduta libera (-8%), ma il consumatore li paga di più. Lo rileva la Confagricoltura a proposito dei dati 2011 dell’Ismea, che sottolineano la drammaticità della situazione per il settore. “L’evoluzione negativa dei prezzi dei prodotti agricoli, non certo percepiti dai consumatori visti gli aumenti allo scaffale -sottolinea Confagricoltura – rischia di compromettere la redditività e disincentivare gli investimenti delle imprese; è necessaria una politica agricola a livello nazionale e comunitario, per dare maggior fiducia al settore e rilanciare la produzione; in caso contrario – aggiunge – verrebbe compromesso il tasso di auto approvvigionamento, aumentando le importazioni e deprimendo il nostro potenziale produttivo: un rischio che l’Italia non può certo permettersi”. Secondo l’organizzazione, la situazione, critica soprattutto per il comparto degli ortofrutticoli freschi, va contrastata con misure idonee a favorire gli agricoltori nell’ambito delle filiere, ma anche con azioni di concentrazione dell’offerta e aggregazione del prodotto che devono esser perseguite dalle stesse imprese.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.