Confagri: puntare su rinnovabili


“Per il soddisfacimento della domanda energetica dell’Europa, le biomasse sono una risposta sostenibile ed economica e più del 40% dell’energia utilizzata entro il 2020 dovrà pervenire da esse. Le potenzialità del settore agricolo sono enormi, attraverso l’utilizzo dei sottoprodotti oltre che di colture dedicate”. Lo sottolinea il presidente di Confagricoltura Mario Guidi commentando le dichiarazioni odierne del sottosegretario al ministero dello Sviluppo economico con delega all’Energia Stefano Saglia, in un convegno a Brescia.

“Bene ha fatto il sottosegretario Saglia a ricordare il ruolo nodale delle biomasse tra le fonti energetiche rinnovabili – ha aggiunto il presidente di Confagricoltura -. Bisognerà impegnarsi tutti per concretizzare gli obiettivi di crescita che ci sono e che vanno conseguiti, ma per far ciò vanno poste in essere una serie di disposizioni che facciano chiarezza e ne favoriscano lo sviluppo. Occorre aumentare l’efficienza dei processi produttivi, valorizzando pure i terreni marginali, favorendo l’equilibrio tra produzioni food e non food”.

Guidi ha sottolineato la necessità di definire quanto prima i meccanismi di sostegno della produzione di energia dall’1 gennaio 2013 e di risolvere al contempo le lacune normative che riguardano la classificazione e l’uso dei sottoprodotti di origine agricola ed agroindustriale, il cui ruolo è nevralgico, ma che rischia di essere limitato da interpretazioni normative restrittive. Va fatta chiarezza sugli incentivi e sull’espletamento delle procedure per la loro concessione in tempi congrui.

Ad avviso del presidente di Confagricoltura il governo si deve impegnare a creare le condizioni per la crescita programmata delle biomasse e delle altre fonti rinnovabili in agricoltura. E, in tal senso, in particolare, ha chiesto di superare le questioni aperte, come quelle relative agli impianti a biogas di proprietà delle aziende agricole entrati in esercizio prima del 2008. “Qualsiasi ulteriore ritardo rischia di portare alla chiusura di diversi impianti, costruiti con fatica dagli agricoltori e che avrebbero un ruolo importante per la diversificazione dei loro redditi ed anche per la crescita delle rinnovabili nel nostro Paese”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.