Confagricoltura Torino: i comuni dimezzino l’Imu

Confagricoltura Torino ha scritto a tutti i sindaci della provincia per chiedere che “dimezzino l’Imu prevista per i fabbricati rurali e riducano sensibilmente l’aliquota prevista per i terreni agricoli” e ha chiesto un incontro urgente al prefetto Alberto Di Pace. “L’Imu – afferma il presidente di Confagricoltura Torino Vittorio Viora – colpirà pesantemente terreni agricoli e fabbricati rurali, dalle stalle ai fienili, fino alle cascine e ai capannoni necessari per ricoverare trattori e attrezzi. In questo modo il decreto Salva Italia andrà di fatto a tassare quelli che sono a tutti gli effetti mezzi di produzione per le imprese agricole. Riteniamo che la terra coltivata da un’impresa agricola e i fabbricati rurali debbano avere un trattamento fiscale diverso, in quanto il reddito dominicale dei terreni è da intendersi comprensivo anche della redditività delle costruzioni rurali asservite, anche se destinate a edilizia abitativa da parte del soggetto conduttore del terreno”. Per il Piemonte la manovra in termini di aggravio di imposte costerà all’agricoltura circa 135 milioni. “Se non saranno apportate modifiche alla normativa, molte imprese agricole saranno costrette a cessare l’attività – avverte Viora – con danni irreparabili per il tessuto produttivo locale e per l’occupazione”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.