Confagricoltura riconferma Mario Guidi alla presidenza

GUIDI1L’assemblea di Confagricoltura ha riconfermato Mario Guidi alla presidenza per il prossimo triennio. Classe 1961, nato a Codigoro (Ferrara) conduce l’azienda di famiglia: 600 ettari a prevalente indirizzo cerealicolo e risicolo, a cui si aggiungono coltivazioni orticole e frutticole. Laureato in Scienze agrarie all’Università di Bologna, ha ricoperto numerosi incarichi in ambito associativo: è stato Vicepresidente dell’A.N.G.A. (Associazione Nazionale Giovani Agricoltori di Confagricoltura), presidente dell’Unione provinciale Agricoltori di Ferrara, carica che ha ricoperto per due mandati; nel 2007 è entrato far parte della giunta esecutiva nazionale. Dal 31 marzo 2011 è presidente nazionale di Confagricoltura. Un’associazione profondamente rinnovata nel corso dell’ultimo triennio, che ha rivoluzionato il suo modo di intendere il sindacato e il suo operato e che oggi è pronta a cogliere la sfida che i tempi e il nuovo governo del Paese lanciano al sistema dei corpi intermedi nel suo complesso. “Dal 2011 ad oggi – ha detto il presidente nella sua relazione – sono avvenuti cambiamenti profondi e irreversibili, a livello nazionale ed internazionale ed è ormai chiaro che niente potrà tornare come prima. La direzione è segnata: uno Stato più “magro”, un welfare più efficiente, mercati meno ingessati, regole meno asfissianti; attraverso riforme strutturali, la riduzione della spesa pubblica e delle partecipazioni dirette. In questo contesto anche le organizzazioni intermedie dello Stato, da quelle di rappresentanza alle istituzioni, comprese le province, i piccoli comuni, le camere di commercio, sono in discussione al pari della dirigenza pubblica”.Confagricoltura ha colto questi segnali da tempo ed ha avviato un processo di riorganizzazione interna basato sull’innovazione, mentale, sociale, associativa, sindacale e organizzativa. “Questo lavoro – ha proseguito Mario Guidi – ci ha permesso di ottenere importanti risultati anche sul fronte normativo, di vincere la doppia battaglia sull’Imu, di chiudere la vicenda della Tasi in modo soddisfacente, di ripristinare la fiscalità agevolata per le società agricole; provvedimenti che hanno generato un risparmio significativo per le imprese, che potrà aumentare ancora se verranno accolte le nostre proposte sulla semplificazione. Ma che soprattutto ci ha consentito di raggiungere gli obiettivi che l’assemblea mi aveva affidato tre anni fa, al momento della mia elezione. L’affermazione di una leadership nel settore, la promozione dello sviluppo delle imprese agricole, l’innovazione della nostra forma di rappresentanza”. “Ora – ha concluso il presidente di Confagricoltura – siamo alla revisione di medio termine di un programma ambizioso, di una rivoluzione fin qui silenziosa, che vogliamo cominciare a comunicare. Siamo pronti per una fase nuova, quella di un sindacato che ritrova le proprie ragioni non solo nella tradizione e nella continuità, ma anche in una profonda rivisitazione del proprio modo di funzionare a favore delle imprese associate e nell’interesse generale del Paese. Non è un ragionamento solo organizzativo, ma soprattutto politico-sindacale. Perché su questa base si costruiscono le linee portanti dell’azione di rappresentanza, a partire dai prossimi appuntamenti, dalle elezioni europee alle decisioni sulla Pac e la stesura dei PSR, dalla legislazione fiscale e del lavoro alla proposta economica o giovanile, fino a Expo 2015, che sarà la vera occasione di confronto sull’idea di agricoltura che vogliamo sostenere ed affermare”.

Con il presidente Mario Guidi, l’assemblea di Confagricoltura ha eletto i nove componenti della Giunta che lo affiancheranno per i prossimi tre anni.
La squadra di Guidi è composta da: Antonio Boselli, Nicola Cilento, Giandomenico Consalvo, Giangiacomo Gallarati Scotti Bonaldi, Massimiliano Giansanti, Onofrio Giuliano, Antonio Piva, Diana Theodoli Pallini, Ezio Veggia.
ANTONIO BOSELLI, 56 anni, coniugato, tre figli. Conduce, insieme al fratello, un’azienda agricola ad indirizzo cerealicolo-zootecnico di 100 ettari, con stalla da latte in provincia di Lodi. E’ presidente di una cooperativa nel settore del biogas. E’ presidente di Confagricoltura Milano-Lodi-Monza Brianza e delegato di Confagricoltura per “Expo 2015”.
NICOLA CILENTO, calabrese, 51 anni, coniugato, tre figli. E’ titolare di un’azienda agrumicola a Corigliano Calabro (Cosenza), dove produce clementine ed arance. E’ stato presidente di Confagricoltura Cosenza e Calabria. E’ alla guida della OP COAB che opera nella Piana di Sibari.
GIANDOMENICO CONSALVO, 48 anni, nato a Salerno, sposato, due figli. Titolare di un’azienda ortofloricola a Pontecagnano (Salerno) che fa anche IV gamma. Presidente del CAAF Confagricoltura e del Consorzio Vivaistico Italiano. E’ stato presidente nazionale dei Giovani dell’Anga.
GIANGIACOMO GALLARATI SCOTTI BONALDI, nato a Roma, 53 anni, sposato, 3 figli. Conduce un’azienda agricola ad indirizzo seminativo (grano, mais e soia) e vitivinicolo (prosecco e pinot grigio) in provincia di Treviso. E’ stato presidente di Confagricoltura Treviso ed è presidente di Confagricoltura Veneto. E’ anche presidente dell’Associazione Nazionale Bieticoltori.
MASSIMILIANO GIANSANTI, 40 anni, sposato. Nato a Roma, conduce, assieme alla famiglia, sei aziende agricole, in provincia di Roma, Viterbo e Parma ad indirizzo cerealicolo e zootecnico, con produzione diretta di Parmigiano Reggiano Dop. E’ presidente di Confagricoltura Roma e consigliere della Banca della Nuova Terra.
ONOFRIO GIULIANO, di Foggia, 62 anni sposato con 2 figli, conduce un’impresa agricola a Cerignola a prevalente indirizzo olivicolo, cerealicolo e viticolo. Produce anche pomodoro ed è il più grosso produttore delle olive Belle di Cerignola. Nella sua azienda alleva anche suini. E’ presidente di Confagricoltura Foggia.
ANTONIO PIVA, cremonese, 61 anni, coniugato, un figlio. E’ titolare di un allevamento da latte. E’ presidente della Libera Associazione Agricoltori Cremonesi e della Fondazione Enpaia. E’ anche presidente dell’Ente Fiere di Cremona e del quotidiano “La Provincia” di Cremona.
DIANA THEODOLI PALLINI, 62 anni, sposata, due figli. Nata a Milano, vive a Roma. Conduce, assieme alla famiglia, tre aziende agricole nel grossetano e una nel comune di Roma ad indirizzo cerealicolo e zootecnico, con annessi agriturismo, caseificio ed impianto di biogas. E’ stata presidente di Confagricoltura Grosseto e vicepresidente di Confagricoltura Toscana. E’ Cavaliere del Lavoro.
EZIO VEGGIA, 59 anni, sposato, due figli. Conduce un’azienda agricola ad indirizzo cerealicolo-zootecnico di 400 ettari, con annesso impianto di biogas, a Cocconato, in provincia di Asti, dove è nato. E’ stato presidente di Confagricoltura Asti e Piemonte.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.