Confeuro: è il Made in Italy la risposta alla crisi

La odierna e complessa situazione economica può essere superata solo puntando sul gigantesco patrimonio agro-alimentare del Bel Paese.
L’invasione dei pomodori cinesi che non specificano il loro luogo di origine e conseguentemente appaiono come italiani, e i sequestri di merce falsificata come limoncello e formaggi nel napoletano – dichiara il Presidente Nazionale Confeuro. Rocco Tiso – rilanciano nuovamente la necessità di proteggere i prodotti Made in Italy.
Noi della Confeuro – continua Tiso – sosteniamo con forza l’attuazione di politiche locali e nazionali in grado di salvaguardare le produzioni italiane.
In un mercato nel quale è impossibile competere con i prezzi al ribasso di alcuni Paesi della U.E e non., è infatti necessario che il rilancio del comparto agro-alimentare nazionale passi per il metterne in evidenza specificità e qualità. Solo intraprendendo con decisione questa strada sarà possibile fermare la crisi del settore che negli ultimi due anni ha portato alla chiusura di più di 250.000 aziende.
Dopo innumerevoli anni di propaganda – conclude Tiso – è ora doveroso trasformare gli annunci in azioni, comprendendo finalmente che far ripartire l’agricoltura italiana non significa semplicemente dar nuovo vigore ad un ramo economico del Prodotto Nazionale, ma rimettere in moto l’intero ciclo produttivo.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.