Confeuro: il crollo dei prezzi in campagna impone le riforme

La riduzione media dei prezzi dei prodotti agricoli di circa il 6,9% nell’ultimo anno rischia di determinare una nuova ondata di crisi nell’indotto agro-alimentare. Lo afferma Confeuro nel sottolineare che la forte diminuzione dei prezzi dei prodotti agricoli in campagna, che arriva a toccare picchi del 22,3% nel caso della frutta – non corrisponde inoltre ad un effettivo vantaggio dei consumatori. Infatti, nonostante all’inizio della catena commerciale i prezzi dei beni alimentari siano diminuiti in maniera significativa, sono ancora onerosi i costi che vanno a sommarsi nel corso della filiera agricola e che determinano il valore finale del prodotto. ”Queste vistose distorsioni all’interno del processo commerciale – osserva il presidente Rocco Tiso – evidenziano le gravi difficolta’ nelle quali versano i produttori agricoli, costretti a diminuire costantemente i loro gia’ ridotti guadagni per far fronte all’immotivata crescita dei prezzi nel corso della filiera. E’ necessario analizzare ed eventualmente ripensare tutti i passaggi che accompagnano il prodotto dalla sua produzione alla sua distribuzione. L’agricoltura, come ha detto recentemente il presidente della Commissione agricoltura dell’Unione europea Paolo De Castro, ha bisogno di riforme strutturali e non di misure tampone da utilizzare nelle fasi di emergenza”. ”E’ il momento – conclude Tiso – che si dia il via ad una nuova stagione agricola in grado di muoversi su vari fronti e farsi carico delle nuove sfide emerse dalla globalizzazione”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.