Confeuro: la politica dei rimandi affonda il paese

Oltre tre milioni di italiani patiscono la povertà assoluta. Questo allarmante dato reso noto dall’Istat – dichiara il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – evidenzia ancora una volta la necessità di interventi strutturali non più procrastinabili.L’agricoltura – continua Tiso – è forse la testimone più diretta di questa grande crisi sociale che sta attraversando il Paese. Negli ultimi 3 anni il reddito medio mensile degli italiani destinato alla spesa alimentare è calato da 470 a 440 euro. I cittadini ormai, pur di contenere i costi, sembrano doversi obbligatoriamente orientare verso l’acquisto di produzioni di bassa qualità e tracciabilità, esattamente il contrario di quanto serve all’agricoltura italiana per mantenere alto il suo prestigio internazionale.
E’ purtroppo doveroso riscontrare – continua Tiso – che i numerosi appelli degli operatori del mondo agricolo all’esecutivo non sono stati ascoltati, e che per paradosso il settore ora verrà nuovamente colpito dalle decurtazioni previste dalla manovra.Tutto questo – conclude il presidente Confeuro – è il logico risultato della politica dei rimandi, di quella che non sa discutere e decidere e che poi diviene costretta, per far quadrare i conti, a tagliare senza le opportune valutazioni. Questa manovra, iniqua e grave anche alla luce dei dati diffusi oggi dall’Istat, rischia di aumentare i divari sociali e di non garantire la ripresa dei settori produttivi dell’economia nazionale, mentre allo stesso tempo premia chi ha volontariamente violato le normative di settore come gli agricoltori che non hanno rispettato i limiti sanciti con le quote latte

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.