Confeuro: Riforma Pac, limitati i danni ma il risultato è negativo

La limitazione dei tagli ai finanziamenti per i mercati agricoli italiani, ora stimata tra il 4,5% e il 5% per il periodo 2014-2020, non può considerarsi una vittoria per il settore agricolo nazionale, ma solamente un contenimento rispetto ad ipotesi peggiori.
La scelta di distribuire gli aiuti europei in base alla dimensioni delle aziende agricole, anche se ovviamente dovranno essere rispettati alcuni vincoli ambientali e di qualità – dichiara il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – è fortemente penalizzante per un’agricoltura come quella italiana, la cui genuinità è nota in tutto il mondo.
Gli operatori agricoli italiani – continua Tiso – hanno sempre lavorato perché le proprie produzioni contribuissero a migliorare il livello di vita dei cittadini, e non possono che avvertire questo modello di ripartizione delle risorse come un’ingiustizia.
Questo risultato – conclude Tiso – che seppur migliore di quello prospettato inizialmente non può essere considerato positivo, è anche il frutto della scarsa presenza italiana all’interno delle istituzioni europee.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.