Conigli, per Copagri servono interventi straordinari

conigli 2
Promozione di forme organizzate dell’offerta, campagne di comunicazione per incentivare i consumi, istituzione di un disciplinare ad hoc per le carni di coniglio italiano, obbligo dell’etichettatura d’origine, fino alle altre azioni per lo sviluppo della domanda alimentare di coniglio. Le misure ipotizzate dal ministero delle Politiche agricole per il settore cunicolo ”sono indubbiamente valide e funzionali per una fase economica e commerciale ordinaria e stabile. Quello attuale, pero’, e’ un momento di grave crisi che richiede, come per altri comparti e per l’insieme del sistema produttivo dell’agricoltura italiana, uno sforzo maggiore per la determinazione di interventi straordinari in grado di frenare l’emorragia finanziaria e la conseguente chiusura delle aziende, e di ridare respiro al reddito degli allevatori e fiducia nella prospettiva”. E’ quanto ha affermato il rappresentante della Copagri, Nicola Minichino, al tavolo di crisi del settore cunicolo riunito al Mipaaf. ”In tal senso – ha aggiunto Manichino – comprendendo le difficolta’ di bilancio dello Stato ed essendo contrari a qualsiasi sorta di rinazionalizzazione della Pac, quello che chiediamo e’ una concreta presa di coscienza da parte dell’Unione Europea e conseguenti aiuti diretti e temporanei affinche’ anche questo comparto possa pensare al futuro e beneficiare delle ipotesi formulate dal Mipaaf”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.