Consorzi di qualità: se l’Ue non ci ascolta rinunciamo a Dop e Igp


Bruxelles ci ascolti, dandoci la possibilita’ di regolamentare i volumi produttivi di Dop e Igp, o faremo a meno di questi marchi. E’ questa la posizione espressa dall’Associazione italiana consorzi indicazioni geografiche (Aicig) in occasione dell’audizione svolta oggi presso la Commissione agricoltura della Camera. Aicig – sottolinea una nota – ”gia’ dalla pubblicazione del Libro Verde sulla qualita’ si sta muovendo, in coordinamento con il ministero delle politiche agricole, con forti azioni di lobby a livello comunitario per supportare gli interessi delle produzioni Dop e Igp nazionali e, nel caso in cui Bruxelles rimanesse sorda alle richieste avanzate, si dichiara pronta a mettere in discussione l’intero sistema delle Dop e Igp”. ”Il sistema Consorzi – afferma Stefano Berni, membro del Consiglio direttivo Aicig e direttore del Consorzio del Grana Padano – si sta muovendo coordinato e con forza, e’ necessario pero’ l’impegno di tutti nella stessa direzione per ottenere i risultati sperati tra cui, in primo luogo, la possibilita’ di regolamentare i volumi produttivi per i prodotti Dop e Igp. Se nell’ambito della riforma oggi in discussione a Bruxelles non dovesse trovare posto questo aspetto fondamentale, saremmo nostro malgrado costretti a mettere in discussione l’intero sistema che, evidentemente, non e’ adeguato e non rappresenta le realta’ agroalimentari italiane”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.