Consumi alimentari: -3,6% nel primo trimestre 2011

Ancora in frenata i consumi alimentari delle famiglie italiane che, nel primo trimestre 2011, subiscono una flessione quantitativa del 3,6% su base annua, a fronte di un aumento dei prezzi del 3,1%. E’ l’Ismea a metterlo in evidenza, secondo cui riduzioni significative si registrano in particolare per frutta e agrumi (-8,7% rispetto al primo trimestre 2010), prodotti ittici (-7,5%) e lattiero-caseari, (-6,3%); ma anche per carni bovine (-5,1%), salumi e tagli freschi di suino (-2,7%), ortaggi (-2,6%), pollame (-1,9%) e derivati dei cereali (-1,4%). E’ il prezzo a condizionare molto il consumatore, visto che come, fa notare l’Ismea, le riduzioni più accentuate dei prodotti acquistati hanno riguardato quelli che più hanno subito rincari e quindi formaggi grana e diversi prodotti ortofrutticolo. Contrariamente alla dinamica dei consumi interni, i dati a consuntivo del 2010 confermano, all’estero, una decisa ripresa dell’export agroalimentare (+12,7% in valore rispetto al 2009), con brillanti performance per molti dei prodotti simbolo del made in Italy, compresi vini (+11,7%), frutta fresca (+18,8%), formaggi (+15%) e oli di oliva (+14,9%). Ismea ha infine rivisto anche le stime sulla produzione agricola italiana, segnalando un incremento, in termini reali, dello 0,3% a tutto il 2010; un dato, spiega l’Istituto, che riflette una contrazione produttiva, rispetto al 2009, dello 0,6% delle coltivazioni vegetali, a fronte di una crescita del 2% nel comparto zootecnico.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.