Consumi alimentari: è un crollo senza fine


E’ sempre più vuoto il carrello della spesa degli italiani: a luglio le vendite alimentari crollano del 2% su base annua e dello 0,1% rispetto al mese precedente, ennesimo segnale che fotografa famiglie ormai in trincea, con la spesa pro capite a tavola tornata ai livelli di 30 anni fa. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, commentando i dati sul commercio al dettaglio diffusi oggi dall’Istat. Un ‘dimagrimento’ obbligato per le famiglie alle prese con tasse, disoccupazione, caro-energia, ancora più evidente se si guarda alla domanda interna, con consumi di latte scesi in quantità del 5,2%, pesce fresco (-3,9%) e frutta (-1,6%). Consumi in stallo che, ricorda la Cia, si ripercuotono su tutti gli esercizi commerciali; e a svuotarsi a luglio non sono solo i negozietti di quartiere (-3,6%), ma anche le grandi catene distributive e quindi ipermercati (-3,1%), supermercati (-1,1%) e addirittura i discount (-0,1%). Il governo deve prendere subito provvedimenti per aiutare le famiglie e rilanciare la domanda interna, anche perché, conclude la Cia, non c’é ripresa economica senza una ripresa dei consumi domestici.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.