Consumi: Codacons, nuova etichettatura nasconde insidie

cena ristorante”Nuove regole sicuramente favorevoli ai consumatori, ma che nascondono anche insidie e criticità tali da rendere inapplicabili alcune misure della nuova normativa”: è questa la posizione presa dal Codacons in merito all’imminente entrata in vigore del regolamento Ue 1169 in materia di etichettatura prevista per il 13 dicembre. ”In particolare l’obbligo per ristoranti, mense, bar, gelaterie, pasticcerie e bancarelle di indicare nei menu tutti gli ingredienti dei piatti serviti allo scopo di segnalare la presenza di sostanze che provocano intolleranze – spiega l’Associazione – scatenerà un vero e proprio caos nel settore della ristorazione”. ”Le nuove regole non potranno garantire totalmente la salute degli utenti – conclude Carlo Rienzi, presidente Codacons -. Questo perché è materialmente impossibile evitare possibili contaminazioni all’interno delle cucine dove vengono preparate le pietanze, attraverso cibi che entrano in contatto tra loro. Per tale motivo il regolamento comunitario, per quanto concerne la ristorazione, rischia di tradursi in una misura abnorme, costosa e inapplicabile. Ciò che serve, invece, è indicare sulle confezioni dei prodotti alimentari la provenienza delle materie prime per tutelare le produzioni italiane e far sapere ai consumatori da dove vengono i cibi che si mettono in tavola”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.