Consumi: Copagri, il 2013 sia anno di minore pressione fiscale

centro commerciale 1
Decisamente preoccupante il perdurare di un trend altamente negativo sul fronte dei consumi nel nostro Paese. Gli ultimi dati registrati dall’indicatore dei consumi Confcommercio (ICC) “evidenziano una vera e propria caduta libera che fa a maggior ragione riflettere per il fatto che da tale quadro non sono esenti i beni alimentari, ovvero la voce forse piu’ essenziale nella spesa delle famiglie”. Lo sottolinea una nota del Copagri, che ricorda come a novembre scorso la diminuzione dei consumi rispetto allo stesso periodo del 2011 si e’ attestata quasi al 3%. Ma e’ particolarmente significativo – sottolinea la Confederazione Produttori Agricoli – che quest’ulteriore conferma fara’ passare l’anno appena trascorso come il peggiore dal secondo dopoguerra appunto per quel che concerne i consumi. Posta la situazione in essere, ovvero una crisi economica rispetto alla quale non si avvertono concreti segnali positivi anche per la prospettiva del 2013, la Copagri ritiene “imprescindibile l’avvio di politiche attive finalizzate a restituire fiducia nelle famiglie e, di conseguenza, nuovo respiro a livello di consumi. Senza consumi salta la produzione, si deprime l’economia reale, cosa che nessun Paese puo’ permettersi, salvo affidare tutto alla finanza che pero’, la storia recente insegna, non puo’ garantire il sostentamento e lo sviluppo di un’intera nazione”.(AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.