Consumi di birra in picchiata. L’estate peggiore da 10 anni

Consumi in picchiata per la birra in Italia: nel trimestre estivo sono stati venduti 4,5 milioni di ettolitri, registrando un calo dell’11% rispetto allo stesso periodo del 2010, il peggior risultato degli ultimi 10 anni. A fotografare il settore nei vari paesi dell’Ue è uno studio Ernst&Young presentato oggi alla Camera, che conferma come il dato del trimestre estivo vada a vanificare la leggera ripresa (+1,7%) avuta nei primi 5 mesi del 2011, portando le vendite tra gennaio e agosto 2011 a 0,62%. Tutto questo dopo che nel 2010 la produzione di birra, pari a 12.814.000 ettolitri, aveva messo a segno +0,3% rispetto al 2009, con un consumo pro capite aumentato del 2,1% pari a 28,6 litri. “Il calo estivo è sì preoccupante – spiega il presidente di AssoBirra, Alberto Frausin, presentando la ricerca – ma è una conseguenza della crisi che sta attraversando l’economia italiana; il settore continua ad essere un’eccellenza del made in Italy, con aziende che investono per rinnovare gli impianti e renderli sempre più ecosostenibili”. Quanto all’export, nei primi 6 mesi si è verificata una battuta di arresto del 4,35%, dopo una crescita del 161% negli ultimi 5 anni. Il settore italiano, secondo lo studio, vale 2,55 miliardi di euro, dando lavoro diretto a 4 mila persone, tante quante in Austria (3.860) o Danimarca (3.880) che, con l’indotto diventano 140 mila unità. (ANSA).

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.