Consumi, Federalimentari: cibo ancora giù: -2,8% in 2012

“I dati resi noti oggi da Confcommercio confermano le tendenze e i timori diffusi da tempo dall’industria alimentare: si prevede per fine anno un calo a valori costanti per i soli consumi alimentari di circa 2,8 punti percentuali”. Lo afferma il presidente di Federalimentare, Filippo Ferrua Magliani. “Questo dato significa per il settore – aggiunge Ferrua Magliani – una contrazione in termini reali tra il 2007 e il 2012 di quasi 10 punti percentuali, una caduta inimmaginabile sino a pochi anni fa. E, stante le previsioni Istat sul pil per il 2013, con ogni probabilità il fondo non è ancora stato toccato”. “In queste condizioni – prosegue il presidente di Federalimentare – serve un intervento urgente per i meno abbienti e in favore dei tanti giovani esclusi dal mercato del lavoro, ai quali al momento ogni prospettiva sembra negata. Inaccettabile invece l’inasprimento della pressione fiscale e l’ulteriore penalizzazione dell’Iva che, sebbene limitata alla sola aliquota del 21%, va a colpire diversi generi alimentari anche di largo consumo, tra i quali birra, vino, caffé, acque minerali e bibite, che costituiscono quasi il 25% del fatturato del settore”. “Occorre invece restituire potere d’acquisto ai cittadini – conclude Ferrua Magliani -, sempre più in difficoltà a causa della durata della crisi, e rilanciare così l’economia”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.