Consumi: vendite +11% salumi Calabria Dop

I quattro i salumi di Calabria a Denominazione di Origine Protetta (Salsiccia, Soppressata, Capocollo e Pancetta) non conoscono crisi di consumi ma anzi, e in controtendenza con i dati Istat, registrano, nel primo trimestre 2010 un aumento dell’11% delle richieste, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. A tirare la volata dei salumi di Calabria Dop sono le esportazioni, in crescita del 3,6%. Lo ha annunciato il Consorzio di tutela Salumi di Calabria a Dop, nel corso di un incontro alla Città del gusto di Roma, volto anche a evidenziare inaspettate proprietà salutistiche di questi prodotti tipici. La forza dei salumi di Calabria, ha sottolineato il Consorzio che attualmente rappresenta oltre il 90% della produzione Dop regionale, è nella forma di allevamento dei suini allo stato brado e semibrado che consente di controllare integralmente la filiera di produzione, oltre a preservare l’ambiente e fare manutenzione e ripulitura del sottobosco. Dal punto di vista nutrizionale e salutistico i salumi spesso finiscono sul banco degli imputati per i rischi di l’insorgenza di ipertensione e arteriosclerosi, ma le tipicità della Calabria sembrano essere i grassi-animali meno dannosi. ”Quando si parla di Salumi di Calabria Dop però – ha detto Bruno Amantea, ordinario presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Magna Graecia di Catanzaro – la situazione cambia. Innanzitutto perché i maiali – e, in particolare, il maiale nero di Calabria – vengono allevati allo stato brado o semi brado. Questo fa sì che il grasso contenuto nelle loro carni sia meno dannoso perchè più ricco di Omega3 e, naturalmente, permette ai prodotti di essere più saporiti. Un altro valore aggiunto dei salumi di Calabria è sicuramente il peperoncino: consente l’utilizzo di una quantità minore di sale perché è un conservante potente; contiene sia un’alta percentuale di Vitamina C, sia la capsaicina, che interviene accelerando il metabolismo dei ‘grassi cattivi’ e ne impedisce il deposito”. Il Consorzio di Tutela confida infine nella seconda parte dell’anno per consolidare ulteriormente il dato delle vendite, alla luce della produzione in crescita; obiettivo certamente raggiungibile considerando che il numero di visitatori al Cibus di Parma 2010 è aumentato del +460% rispetto alla precedente edizione.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.