Controlli a tappeto sulla filiera ittica. I risultati dell’operazione “Giano”.

giano4 324 tonnellate di pesce scaduto da anni immesso sul mercato da organizzazioni malavitose; alici contaminate dal parassita Anisaki, vermi che all’uomo possono causare problemi gastroenterici e, in casi particolarmente gravi, la perforazione dell’intestino e dello stomaco; 71 tonnellate di pesce di generi minori venduto come specie pregiate, pollak come merluzzo, brosme come baccalà, pangasio come cernia, e poi ancora 80 tonnellate di mitili provenienti da stabilimenti abusivi e non controllati dal punto di vista sanitario: sono solo alcuni dei risultati dell’operazione Giano condotta su due fronti, mare e terra, dal Centro di Controllo Nazionale Pesca del Comando Generale delle Capitanerie di Porto Guardia Costiera. Un’operazione che ha interessato tutto il territorio nazionale, compreso l’entroterra, che ha controllato 12.750 societa’ e rivendite e che, complessivamente, ha portato al sequestro di 500 tonnellate di prodotto ittico, 297 denunce penali, 1.500.000 euro di sanzioni elevate ed al sequestro di 581 attrezzi da pesca. Soddisfatto il ministro delle politiche agricole Luca Zaia che a Venezia, presentando i risulati dell’operazione insieme al Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Raimondo Pollastrini, ha detto “Chi specula sulla salute dei cittadini va punito in modo esemplare” eha ribadito “la stagione della tolleranza zero continua”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.