Copa Cogeca presenta alla Presidenza ungherese le misure per il settore suinicolo

In occasione di una riunione di alto livello con la Presidenza ungherese, il Presidente della Cogeca, Paolo Bruni, ha lanciato un appello per l’applicazione di misure urgenti per migliorare la redditività a lungo termine del settore europeo della carne suina. Questa richiesta si iscrive nell’ambito delle conclusioni discusse dai ministri europei dell’agricoltura nel gruppo consultivo allargato sulla carne suina.
Il gruppo è stato creato per trovare soluzioni al fine di migliorare la situazione catastrofica del settore europeo della carne suina. Rivolgendosi al Ministro ungherese dell’agricoltura, Sandor Fazekas, il sig. Bruni ha dichiarato: “Il settore è in crisi ormai da tre anni, in parte a causa dell’aumento dei costi legati ai fattori di produzione. Alla luce della difficoltà della situazione, raccomandiamo misure rapide ed efficaci per aiutare gli agricoltori ad affrontare l’estrema volatilità sui mercati a termine, come valori minimi e massimi per i mercati finanziari. Inoltre, vorremmo che la posizione degli agricoltori dell’UE nella catena alimentare sia consolidata
affinché ricevano un miglior reddito dal loro prodotto. Questo obiettivo può essere raggiunto tra l’altro grazie a una concentrazione dell’offerta tramite le organizzazioni di produttori, come le cooperative”.
Pekka Pesonen, Segretario generale del Copa-Cogeca, ha dichiarato: “Suggeriamo anche di facilitare l’accesso all’intervento per gli allevatori, ad esempio, con agevolazioni di credito. Inoltre, chiediamo lo sviluppo di un piano europeo per le proteine. Il divieto sull’utilizzo di proteine animali trasformate provenienti da non ruminanti dovrebbe essere tolto immediatamente. I produttori di carne suina dovrebbero potersi raggruppare in organizzazioni di produttori, come le cooperative, al fine di ridurre i costi di produzione e aumentare il valore della loro produzione”.
Paolo Bruni ha aggiunto: “Le regole di concorrenza in Europa vanno riviste per permettere alle organizzazioni di produttori, come le cooperative, di crescere di dimensioni e di scala, contribuendo a una catena alimentare più equilibrata”. Le richieste delle parti interessate del gruppo consultivo allargato sono state inviate alla Commissione per essere analizzate.
Il sig. Bruni ha poi discusso con la Presidenza le attuali norme europee sul trasporto degli animali insistendo sul fatto che sono di gran lunga le più restrittive e le più dettagliate al mondo. Ha poi chiesto un’applicazione adeguata della legislazione esistente prima di prendere qualsiasi nuova iniziativa. Il Copa-Cogeca accoglie favorevolmente le conclusioni del Consiglio sulla comunicazione della Commissione relativa alla salute delle api mellifere dichiarando che è cruciale che sia confermato un sostegno nel quadro della PAC per invertire la tendenza al declino del numero di apicoltori e di colonie di api nell’UE e per garantire la produzione e la qualità del miele europeo.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.