Copador acquisisce Berni Alimentari

COPADOR
Grandi novità nel sistema agroalimentare emiliano: oggi, infatti, il Co.Pad.Or. (Consorzio Padano Ortofrutticolo) di Collecchio (PR) si è aggiudicato l’intera proprietà della Berni Alimentari spa, acquisendo la quota di partecipazione societaria della cooperativa Copra di Piacenza.
Questa operazione rappresenta l’ultima tappa di un percorso di sviluppo del Progetto Berni, che ha visto la base societaria passare dalle tre realtà imprenditoriali iniziali alle attuali due, dopo che la Dac di Flero (BS) era uscita dalla compagine aziendale, ritenendo concluso il proprio apporto nella fase di acquisizione ed affitto del gruppo. Oggi anche Copra, con la cessione della propria quota, conclude il suo compito di sostegno, lasciando a Co.Pad.Or. il controllo delle attività industriali e commerciali di Berni Alimentari.
Nel frattempo, Copra e Co.Pad.Or. hanno ulteriormente rafforzato i rapporti di reciproca collaborazione, cresciuti nell’ambito di Confcooperative, allargando ed intensificando l’attività comune, in vista anche di sviluppi futuri, a conferma dell’ottima intesa instaurata tra le due realtà.
“La decisione di acquisire il 100% di Berni, marchio storico del panorama alimentare italiano, e la conseguente adozione di una politica di marca da parte di Co.Pad.Or. – sottolinea Fausto Gandolfi, presidente del consorzio parmense – nasce dall’esigenza di diversificare le opportunità commerciali, nell’ottica di valorizzare al massimo la produzione della nostra base sociale”.
“Con le sue numerose referenze – prosegue il presidente di Co.Pad.Or. – Berni rappresenta un grande patrimonio di brand image, che completa il nostro progetto di sviluppo, finora incentrato sulla fornitura, come copacker, di un’ampia gamma di prodotti a base di pomodoro di alta qualità alle più importanti multinazionali del settore. In definitiva, con l’acquisizione ed il rilancio dei sottaceti, sottoli, salse e condimenti di Berni Alimentari si ottimizza l’offerta globale di Co.Pad.Or. e si creano nuove opportunità commerciali sul mercato italiano ed estero”.
“Alla luce di questa importante acquisizione e della nuova conseguente strategia commerciale – conclude Gandolfi – Co.Pad.Or. lascia la compagine sociale del consorzio CIO di Parma, con il quale, peraltro, proseguirà l’attuale fattiva collaborazione sul fronte della produzione e della consulenza agronomica per sviluppare e consolidare l’intera filiera del pomodoro”.
Con un fatturato di 75 milioni di euro, un patrimonio netto di 40 milioni di euro, 350.000 tonnellate di prodotti freschi lavorati e 4.400 ettari di pomodori coltivati da 160 soci nel cuore della Food Valley, Co.Pad.Or. è la maggiore azienda di trasformazione del pomodoro operante in Europa: fiore all’occhiello di questa esemplare realtà cooperativa è il ferreo controllo di filiera che viene esercitato in ogni fase, dalla selezione e fornitura di piantine ai propri soci per la coltivazione in campagna fino alla trasformazione nei vari prodotti finiti. Il moderno stabilimento di Collecchio, orientato ad una produzione rispettosa del territorio e dell’ambiente, può contare su un avveniristico impianto fotovoltaico per la produzione di energia “pulita” (uno dei maggiori a livello italiano con una superficie complessiva di 5.700 mq) e su linee di lavorazione ad altissimo livello tecnologico, in grado di trasformare oltre 6.000 tonnellate di pomodoro/giorno e di produrre oltre 10.000 barattoli/ora e 50.000 bottiglie/ora.
Da parte sua, Berni Alimentari sviluppa un fatturato di oltre 20 milioni di euro, sviluppati per il 90% in Italia e per il rimanente in Europa, Australia ed America del Nord. Lo stabilimento di Gragnano Trebbiense (PC) è un esempio di flessibilità produttiva con quasi 15 milioni di vasetti/anno ripartiti su 120 referenze commerciali. Fra le più note Condiriso, Condipasta, Carciofotto e Louit Fréres, marchi commerciali ad alto contenuto di qualità, originalità e servizio.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.