Copagri: insieme all’Iva aumenta il rischio di speculazioni


“L’aumento dell’aliquota Iva al 21% porterà non solo una serie di rincari che avranno effetti pesanti sui bilanci di famiglie e imprese ma anche possibili speculazioni”. E’ l’allarme lanciato dal presidente della Copagri, Franco Verrascina, in vista dell’entrata in vigore dell’aumento Iva. Secondo i produttori agricoli, si può ripetere quello che successe con il passaggio dalla lira all’euro, quando gli italiani dovettero fronteggiare il raddoppio dei prezzi senza che un’adeguata vigilanza impedisse il dilagare del fenomeno. “Richiamiamo l’attenzione delle autorità competenti, affinché questa volta i sacrifici degli italiani non vengano resi insostenibili da speculazioni di ogni sorta”, avverte Verrascina, secondo cui occorre tenere alta la guardia e porre in essere rigidi controlli. Ammesso che i generi di prima necessità siano esenti dagli effetti dell’aumento dell’Iva, secondo il presidente occorre considerare le ricadute indirette e quindi l’aumento dei carburanti e le relative spese di trasporto, come possibile terreno fertile per nuove speculazioni anche sui prezzi al consumo dei generi alimentari.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.