Copagri, preoccupati per crisi pesche e nettarine

“Se non verra’ superata l’attuale crisi congiunturale potrebbe non esserci un domani per il comparto ortofrutticolo. Nell’emergenza attuale pesano anche le problematiche derivanti dall’epidemia da E. Coli ed in particolare la riduzione dei consumi di pesche e nettarine in Germania, dove l’Italia esporta una consistente fetta delle sue produzioni ortofrutticole. In questa fase e’ ipotizzabile un intervento straordinario a Bruxelles per l’incremento di percentuale dei ritiri e un contestuale aumento dei prezzi in questa contingenza”.
  Lo ha sottolineato il Copagri nell’audizione in Commissione agricoltura della Camera sulla crisi del comparto delle pesche e delle nettarine. La Confederazione era presente con Pietro Minelli della Giunta Nazionale ed Enrico Fravili, responsabile tecnico dei settori produttivi.
  Per il Copagri e’ necessaria la “conoscenza approfondita del mercato, programmazione e conseguente coordinamento della produzione, l’attuazione dell’accordo di filiera a livello di Interprofessione sull’intero territorio nazionale per il miglioramento della qualita’ delle pesche e nettarine italiane”. Inoltre “regole nuove nei rapporti con la Distribuzione con gli obiettivi della normalizzazione dei rapporti con coloro che acquistano in termini di tutela dei produttori, dell’attuazione di una politica delle promozioni e dei ribassi in accordo con gli agricoltori, della valorizzazione della filiera italiana”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.