Coprob, bilancio 2013 positivo e un nuovo marchio “Equo cooperare”

Gallerani 2Si è chiuso con un utile di oltre 6,5 milioni € e un ristorno ai soci superiore ai 4,2 milioni € il bilancio 2013 di COPROB, la Cooperativa Produttori Bieticoli leader nazionale nel settore saccarifero.
Un fatturato pari a 247 milioni €, un margine operativo lordo (Ebitda) pari a 26 milioni € e un’ulteriore crescita del patrimonio netto arrivato a 133 milioni € sono i positivi risultati presentati dal Presidente Claudio Gallerani e dal Direttore Generale Stefano Montanari nel corso del tradizionale incontro annuale con i soci.
Il consolidato del Gruppo COPROB presenta un fatturato pari di 355 milioni €, un utile netto di 7,329 milioni € e un patrimonio netto pari a 166 milioni €.

Alla presenza di centinaia di soci e numerosi ospiti, sono intervenuti l’On. Paolo De Castro, l’Assessore Tiberio Rabboni, l’assessore Gabriela Montera, i Presidenti Maurizio Gardini di Confocooperative, Mario Guidi di Confagricoltura, il vice Presidente di Coldiretti Mauro Tonello, il presidente di Fedagri Giorgio Mercuri e Gabriele Lanfredi di CNB riconoscendo alla Cooperativa il valore sociale ed imprenditoriale, nonché il positivo raccordo tra il mondo agricolo e quello industriale.
Il Presidente Gallerani ha fornito prime anticipazioni anche sulla ormai prossima campagna che si presenta forte di oltre 33.000 ettari seminati nei tradizionali bacini emiliano e veneti, anche grazie alla positiva esperienza del “contratto di coltivazione triennale” che ha ulteriormente fidelizzato gli agricoltori consolidando l’inserimento della bietola nelle rotazioni colturali. Dopo che l’89% dei bieticoltori ha scelto di impegnarsi per l’intero triennio 2012/13/14, COPROB sta ora riproponendo ai propri soci e conferenti il piano di programmazione triennale anche con riferimento agli anni 2015, 2016 e 2017.

Nell’occasione è stato anche presentato il nuovo marchio rivolto al consumatore < >. Apposto sulle confezioni di zucchero “100% italiano”, questo marchio evidenzia trasparenza, equità e solidarietà alla base dell’azione di COPROB, cooperativa che propone i prodotti di una filiera agricola interamente italiana, sinonimo di qualità e naturalità.

“Da oltre 10 anni – ha sottolineato il presidente di COPROB Claudio Gallerani – abbiamo valorizzato con il marchio Italia Zuccheri tutta la nostra produzione come ‘zucchero 100% italiano’ e, nonostante le attuali difficoltà del mercato, i consumatori riconoscono questo valore”. “La nostra forza – ha proseguito Gallerani – risiede negli oltre 5.700 agricoltori italiani soci la cui continua soddisfazione in termini economici e produttivi è uno degli obiettivi prioritari della Cooperativa. Grazie a loro siamo oggi in grado di evidenziare ancor più la distintività del nostro prodotto esponendo sulle confezioni anche il nuovo marchio, < >, garanzia di una giusta remunerazione per gli agricoltori, del loro coinvolgimento nella gestione dell’impresa come soci, del rispetto delle migliori pratiche agronomiche e ambientali”.

All’assemblea ha partecipato anche il Direttore centrale acquisti materie prime di Barilla Leonardo Mirone, il quale ha illustrato i benefici agronomici, ambientali ed economici ottenuti grazie alla rotazione tra grano duro e barbabietola da zucchero oggetto del protocollo di intesa per la valorizzazione tra queste due filiere, sottoscritto da COPROB e Barilla all’inizio dell’anno.

“La cooperativa è impegnata nella ricerca della massima efficienza industriale e nella revisione dei costi di produzione, ma soprattutto – ha precisato Gallerani – si pone l’obiettivo di rendere più competitive e produttive le aziende agricole attraverso il rispetto delle migliori pratiche agronomiche, l’utilizzo della migliore tipologia di seme e il ricorso strutturale all’irrigazione”.

Per rendere i soci sempre più protagonisti nella Cooperativa e come acceleratore dello sviluppo della filiera nel territorio, è stata presentata l’iniziativa dei Club della Bietola, organismi territoriali costituiti e partecipati direttamente dai soci, già riunitisi diverse volte dall’inizio dell’anno.

“Tutti noi soci di COPROB siamo orgogliosi del nostro passato e gelosi del nostro futuro, vogliamo preservare questa filiera agroindustriale locale per le nostre aziende – ha concluso Gallerani – ma anche per l’economia italiana.

È però necessario che le Istituzioni nazionali
· garantiscano il sostegno accoppiato alla bieticoltura, previsto dalla nuova PAC, nella misura di 600 € ad ettaro
· completino, al massimo entro le prossime due leggi di stabilità, l’erogazione dei contributi nazionali attesi da tutti gli operatori nazionali riferiti agli anni 2009 e 2010 per 46 milioni €
· individuino azioni specifiche di sostegno regionale per il futuro della filiera
· evitino l’apertura di ulteriori importazioni di zucchero extra Ue
· operino puntuali interventi di sorveglianza sul mercato, sulla formazione dei prezzi e sulle frodi fiscali e commerciali”

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.