Creato in provetta virus “cattivissimo” di aviaria

Creati in provetta virus dell’influenza aviaria ”cattivissimi” e molto bravi a trasmettersi e quindi con tutte le ‘carte in regola’ per divenire pandemici (ovviamente rimarranno confinati in laboratorio): sono nati dal riassortimento genetico (cioe’ dal miscuglio di geni di due organismi diversi) di un normalissimo virus dell’influenza stagionale (H3N2) e del virus dell’aviaria H5N1. Lo sviluppo di questi ceppi virali ibridi altamente patogeni e contagiosi si deve a un super-esperto di influenza e pandemia, Yoshihiro Kawaoka, virologo della University of Wisconsin-Madison, con l’intento di dimostrare che lo scambio di geni tra un normale e poco pericoloso virus dell’influenza e il virus dell’aviaria puo’ veramente produrre un”influenza killer’. Pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, lo studio suona quindi come un avvertimento: l’influenza suina (H1N1) ci ha fatto dimenticare l’aviaria, ma invece una pandemia potrebbe arrivare proprio dall’aviaria, se H5N1 imparasse a trasmettersi bene agli uomini. Il virus dell’aviaria H5N1 si e’ diffuso nel mondo attraverso stormi di uccelli. Non e’ sfociato in una pandemia perche’ H5N1 non e’ abbastanza agile nel contagiare gli esseri umani quindi la sua efficienza di trasmissione e’ bassa. Ma da sempre i virologi dicono che un virus come H5N1 potrebbe ricombinarsi con un normale virus dell’influenza stagionale e formare un ibrido molto nocivo e in grado di diffondersi rapidamente. (Ansa)
foto: First bird flu virus photos in print

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.