Credito agricolo: Agrinsieme, c’è stretta ma marginale

agricoltura generica2
”Non vanno sottovalutati i segnali di stretta creditizia in agricoltura, perché, per la prima volta, c’è un’inversione di tendenza anche se in maniera marginale pari a -0,3%”. Lo ha sottolineato il coordinatore di Agrinsieme, Mario Guidi, intervenuto alla presentazione del nuovo rapporto di ”Agrosserva” Ismea-Unioncamere. La percentuale di imprese che chiedono e ottengono un credito bancario è del 18-22% nei settori vitivinicolo, zootecnia da carne e colture arboree, i comparti che mostrano un indice di fiducia positivo. Secondo Agrinsieme, c’è un’agricoltura imprenditoriale che ha una visione improntata alla crescita, che crede in un miglioramento strutturale del tessuto produttivo e un’altra, invece, remissiva e quasi disimpegnata. La sfida deve essere quella di migliorare gli attuali strumenti del credito e, a questo proposito, ha detto Guidi, i Consorzi fidi possono svolgere un ruolo strategico nell’accesso al credito delle imprese agricole, come garanti degli agricoltori e quali conoscitori delle imprese, dalla composizione del valore della produzione, alle definizione del merito creditizio. Per ottimizzare il rapporto tra banche ed imprese, secondo Agrinsieme occorre migliorare l’assistenza al credito delle imprese; creare uno strumento ad hoc per valutare meglio il rating delle aziende; prevedere un sistema più semplice e snello di accesso alle garanzie pubbliche; incentivare l’adozione di strumenti finanziari alternativi al credito tradizionale, valutando la loro programmazione nei Psr. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.