Crisi: a rischio lo stabilimento Conserve Italia di Massa Lombarda

Conserve-ItaliaFuturo in bilico per lo stabilimento di Conserve Italia a Massa Lombarda nel ravennate, che produce
succhi di frutta per la grande distribuzione: in un incontro con i sindacati, oggi a Bologna, l’azienda ha prospettato la chiusura del sito dove lavorano circa 120 persone. Si tratta, a quanto si apprende, di una delle misure prospettate per far fronte alla non facile congiuntura che avrebbe gia’ richiesto, ad esempio, interventi sui bonus dei manager. Ma, come e’ stato spiegato oggi al tavolo sindacale, un ‘sacrificio’ sarebbe stato chiesto anche ai lavoratori. E la scelta e’ caduta sullo stabilimento di Massa Lombarda. Il sindacato, sempre a quanto si apprende, ha respinto questa ipotesi e ora la trattativa prosegue per vedere se e’ possibile evitare la chiusura della fabbrica agendo invece sul salario aziendale.
Conserve Italia controlla otto stabilimenti: Albinia (Grosseto), Alseno (Piacenza), Barbiano (Ravenna), Imola (Bologna), Massa Lombarda appunto, Mesagne (Brescia), Pomposa (Ferrara), Ravarino (Modena); e quattro centri logistici a Barbiano (Ravenna), Massa Lombarda, Pomposa, San Polo (Piacenza) in outsourcing. Il totale dei dipendenti e’ di 1.996 di cui: 898 fissi, 1.098 stagionali (media esercizio).
(AGENZIA DIRE)

3 Commenti in “Crisi: a rischio lo stabilimento Conserve Italia di Massa Lombarda”

  • caio scritto il 30 novembre 2013 amsabatoSaturdayEurope/Rome 10:51

    Una proposta fatta da loro per intervenire sul salario dei dependenti

  • Cristina scritto il 30 novembre 2013 pmsabatoSaturdayEurope/Rome 15:33

    O il comunicato stampa manca di alcuni passaggi oppure come può essere paragonato il sacrificio del mancato bonus dei manager alla chiusura di uno stabilimento? Non giochiamo con le parole…stiamo parlando della vita di molte famiglie

  • MrMartin scritto il 10 dicembre 2013 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 15:48

    La presidenza e la DG italo-ispanica dopo aver venduto una parte dei terreni di San Lazzaro (la restante parte è anche essa in vendita…), l’ex stabilimento Cirio di Caivano, il marchio De Rica, licenziato impiegati e dirigenti, aver svalutato marchi storici (vedi Derby  ed ora Valfrutta) pensa a disfarsi anche di Massalombarda!!
    Chi sa fà, chi non sà fa il Presidente, il DG d anche il vice DG!!!! (diceva un vecchio grande uomo!)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.