Crisi: Alcisa Spa, intesa in Provincia. E’ salvo il polo bolognese

Mortadella BolognaAl Tavolo di Salvaguardia della Provincia di Bologna è stato raggiunto nel pomeriggio un accordo per Alcisa Italia Spa, azienda leader nel mondo per la produzione di salumi in particolare della mortadella, che nello stabilimento produttivo di Zola Predosa occupa 101 dipendenti e produce prevalentemente mortadella di alta gamma. La società, che nel 2011 è stata acquisita da Grandi Salumifici Italiani SpA, a fine 2012 ha annunciato che il nuovo piano industriale prevede una riorganizzazione aziendale volta alla specializzazione produttiva dello stabilimento di Zola Predosa verso la produzione prevalente di mortadella di alta gamma. Nel corso della trattativa sindacale è emersa inoltre la necessità di intervenire drasticamente sui meccanismi di redditività e di competitività aziendale e sono stati annunciati anche possibili esuberi di personale. Negli ultimi mesi l’assessore Graziano Prantoni della Provincia di Bologna, insieme al sindaco del Comune di Zola Predosa Stefano Fiorini, ha cercato di accompagnare e di facilitare il percorso che ha portato alla condivisione dell’accordo, seguendo l’evolversi della vicenda e delle diverse fasi di una delicata trattativa sindacale con l’obiettivo di garantire prospettive di continuità e di sviluppo a questa importante azienda del territorio e nel contempo di salvaguardare i posti di lavoro. L’accordo quadro sottoscritto al Tavolo di salvaguardia prevede una conferma degli investimenti per il rilancio previsti nel piano industriale e della vocazione produttiva del sito di Zola Predosa con l’impegno dell’azienda a rafforzare il legame tra il prodotto e il territorio di Bologna. Le parti condividono l’utilizzo degli ammortizzatori sociali quali il contratto di solidarietà già in corso e la mobilità volontaria e incentivata ed inoltre concordano sulla possibilità che l’azienda proponga ai lavoratori eventualmente in esubero di ricollocarsi presso gli stabilimenti Gsi di Modena e Bologna Interporto. Per quanto riguarda il dibattuto tema della competitività aziendale, dopo una lunga trattativa e numerosi approfondimenti, è stato possibile studiare un intervento ad hoc che ha carattere di temporaneità, per gli anni 2013 e 2014. L’assessore Prantoni ha dichiarato: “Ritengo estremamente importante l’accordo che è stato raggiunto oggi perché testimonia la determinazione dimostrata da tutti i soggetti, nel corso dei tanti incontri fatti, a trovare la migliore soluzione possibile. Nel contempo questo accordo dà atto ancora una volta che la volontà e lo sforzo di entrambe le Parti consentono di affrontare positivamente anche i temi più spinosi. Certamente é stata necessaria un’intensa attività di mediazione da parte delle Istituzioni ma non posso che evidenziare quando in questa situazione sia stato determinante il senso di responsabilità del management e dei lavoratori che, non senza sacrifici, hanno creato le condizioni per scongiurare gli esuberi e per avviare il processo di sviluppo di Alcisa a Zola Predosa. Adesso bisogna concentrarsi sul piano industriale e sul rilancio dell’attività perché il nostro territorio non può permettersi di perdere queste eccellenze che rappresentano l’immagine del territorio bolognese nel mondo”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.