Crisi: Coldiretti, addio sprechi, 42% mangia pane raffermo

pane2Più di quattro italiani su dieci (42%) hanno mangiato il pane raffermo dal giorno prima, abitudine questa – secondo i calcoli di un’indagine Coldiretti-Ixè – in crescente tendenza tanto da far segnare nel 2013 il record nel taglio agli sprechi alimentari dall’inizio della crisi. L’attenzione per il pane è solo la punta dell’iceberg di un profondo cambiamento favorito dalle difficoltà economiche, evidenzia l’indagine. Appena una minoranza del 2 per cento – sottolinea la Coldiretti – butta il pane superfluo ma diverse sono le tecniche utilizzate per evitare quello che una volta veniva considerato un vero sacrilegio, con il 44 per cento degli italiani che lo surgela, il 43 per cento lo grattugia, il 22 per cento lo dà da mangiare agli animali mentre nel caso del 5% delle famiglie il pane non avanza mai. ”Il 24 per cento gli italiani – sempre secondo l’organizzazione agricola – utilizza il pane raffermo per la preparazione di particolari ricette che vengono spesso dalla tradizione contadina. In generale più di sette italiani su dieci (73 per cento) hanno tagliato gli sprechi a tavola nel 2013, il 45 per cento che li ha ridotti mentre il 28 per cento li ha addirittura annullati, in aumento di quattro punti percentuali rispetto all’anno precedente. Una percentuale del 26 per cento non ha invece cambiato il proprio comportamento, ma nessuno ha dichiarato di avere aumentato gli sprechi alimentari. ”Il contenimento degli sprechi – sottolinea la Coldiretti – è forse l’unico aspetto positivo della crisi in una situazione in cui ogni persona in Italia ha comunque buttato nel bidone della spazzatura ben 76 chili di prodotti alimentari durante l’anno”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.