Crisi: consumi alimentari ancora in discesa

AA026244
Calano i consumi alimentari nei primi otto mesi, registrando -1,8% in quantità e -3,7% in valore rispetto allo scorso anno. E’ l’ultima rilevazione Ismea/Gfk-Eurisko, dalla quale emerge che, a fronte di riduzioni per tutto il carrello della spesa, dalla pasta al pesce, dal latte alla frutta, le uniche variazioni positive si registrano per i prodotti del reparto pasticceria e biscotteria (+2,3% in volume), uova (+1,7%) e formaggi (+0,9%), mentre i vini crescono solo in termini di spesa (+3,6%) a causa dei rincari. I consumi di pasta si riducono dell’1% in quantità e del 9% in valore per l’incidenza delle promozioni e dei discount; quelli delle carni fresche rispettivamente di -2,4% e -1,4%; quelli di lattiero-caseari (-2,2% e -3,8% in valore), sui quali pesa la flessione del latte fresco (-4% e -7,5%). Per l’ittico i consumi si riducono del 3,5% in volume e del 12,5% in valore, con performance particolarmente negative per il fresco (-4,8% e -18,4%). Rilevante anche la contrazione degli oli extra vergini di oliva con -10% in quantità e -9% in valore. Per frutta e ortaggi, le variazioni oscillano da -3% della frutta fresca (sia in volume che in valore), a -1,8% degli ortaggi (-2,3% la spesa). Da rilevare l’inversione di tendenza degli ortaggi pronti di IV gamma, scesi del 3,5% su base annua, nonostante siano diminuiti i prezzi medi al consumo (-7,5% la spesa).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.