Crisi dei cereali: la Toscana chiede di congelare parte del raccolto

grano
”Chiediamo al ministero delle Politiche agricole il congelamento per 4-5 mesi di un milione di tonnellate di mais e 800 mila tonnellate di grano duro. Un ammasso volontario per togliere dal mercato le eccedenze, l’eccesso di offerta, e far riprendere il mercato”. E’ la proposta avanzata a Siena dal direttore di Toscana Cereali Luciano Rossi, nel corso di un’assemblea dell’organizzazione, dedicata a fare il punto della situazione del comparto e alle difficolta’ legate ai prezzi di mercato troppo bassi per coprire i costi di produzione. ”Siamo pronti a iniziative incisive”, ha aggiunto Rossi ricordando come il settore ”viene da una campagna di semine, quella 2008-2009, molto tribolata. Per le avversita’ climatiche – dice – sono calati sia i terreni a seminativo, 92 mila ettari a frumento duro (-40%) e 20 mila a grano tenero (-20%), le rese che sono scese a 24 quintali a ettaro contro i 30-35 di media e la produzione calata del 25% per il duro e del 50% per il tenero”.
A questo, secondo Rossi, si aggiungono problemi legati all’andamento del mercato. ”La scorsa campagna – spiega – abbiamo avuto costi di produzione decisamente elevati dovuti al prezzo del gasolio, dei sementi e dei concimi. Per seminare un ettaro di terreno occorrevano 900 euro. Ai prezzi di mercato di oggi, il grano viene venduto adesso, si ha una rendita di 408 euro per ettaro. Questo vuol dire che si vende a rimessa, con un sotto costo di 500 euro per ettaro”.

Un Commento in “Crisi dei cereali: la Toscana chiede di congelare parte del raccolto”

  • fabio mecarozzi scritto il 25 ottobre 2009 pmdomenicaSundayEurope/Rome 20:09

    Il Sig: Luciano ha perfettamente ragione ma il Ministero delle politiche agricole , non ci vuol sentire, perchè oltre il crollo del prezzo del grano ci sono state altre problematiche che gli agricoltori stanno ancora sopportando tutt’ora . Cito l’intervento di un imprenditore agricolo fatto sulla cronaca di Grosseto la Nazione il 7 febbraio 2009 dove spiegava calorosamente tutte le difficoltà del settore , ormai come spiega nell’articolo Il Sig Fabio Mecarozzi. Spero solo che L’Agricoltura Italiana sia in pericolo di estinsione

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.