Crisi dei suini: sono scattati gli aiuti allo stoccaggio

Crisi dei suini, l’Unione europea prova a dare una scossa al mercato. Sono infatti scattati gli aiuti allo stoccaggio per periodi di 90, 120 o 150 giorni.
L’obiettivo e’ favorire l’acquisto degli animali da parte dei centri di raccolta (macelli e altre realta’) e al tempo stesso diminuire la quantita’ di prodotto libero circolante sul mercato. Quattro anni fa, quando venne varato l’ultimo aiuto all’ammasso, per la Lombardia furono stanziati circa 5 milioni di euro. Per adesso e’ impossibile sapere quante domande saranno accettate, perche’ tutto viene deciso a Bruxelles e’ c’e’ da battere la concorrenza di Francia e Germania, paesi che hanno spinto molto per questo provvedimento. Due volte alla settimana le richieste presentate in Lombardia vengono spedite alla Ue.
La speranza della Commissione europea e’ che togliendo prodotto dal mercato le quotazioni delle carni suine diano cenni di ripresa. Il provvedimento e’ scattato il primo di febbraio e ieri, giovedi’ 3 febbraio, alla borsa merci di Mantova (una delle piazze di riferimento insieme a Milano) si e’ raggiunto 1,275 euro, pari a 3 centesimi in piu’ rispetto la seduta precedente, ma ancora molto al di sotto la soglia di sopravvivenza.
Gli allevamenti sono al limite – afferma la Coldiretti Lombardia – e quelli che resistono camminano sul filo del rasoio perche’ da una parte cercano di non svendere i suini in attesa che il mercato si riprenda, ma dall’altra hanno costi sempre piu’ pesanti, considerato il boom delle quotazioni del mais che hanno raggiunto i 24 euro al quintale contro i 15 euro dell’inizio dell’anno scorso (un aumento di quasi il 40 per cento).
L’unita’ di crisi appena creata dalla Coldiretti sta studiando diverse strade per salvare le aziende: accordi di sospensione delle rate bancarie per un anno per gli allevamenti che si sono indebitati per portare avanti l’attivita’, produzione di maiali leggeri, concentrazione dell’offerta tramite associazioni di imprese. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.