Crisi e consumi: Cia, il carrello della spesa resta caro

A ottobre rallenta la corsa del carrello della spesa, che resta tuttavia troppo caro per le famiglie: i consumi hanno infatti continuato a scendere, coivolgendo tutta la spesa per la tavola, dal supermercato al pasto fuori casa. E’ quanto afferma la Confederazione italiana agricoltori commentando i dati sui prezzi al consumo diffusi oggi dall’Istat. Due famiglie su tre, ricorda la Cia, arrivano a fine mese tagliando radicalmente gli acquisti. Via cene fuori e pasticcini la domenica, con i ristoranti che registrano un -5% e le pasticcerie -11%. Più della metà delle famiglie allunga i tempi della spesa, alla ricerca del supermercato più conveniente, di sconti, offerte e promozioni. Il 24% prova a recuperare gli avanzi ed evitare ogni spreco. L’inflazione si fa sentire anche sui campi: gli agricoltori, puntalizza la Cia, non guadagnano niente dall’aumento dei listini al consumo di verdura (+8,3%) e patate (+1,2%); le quotazioni all’origine restano infatti non remunerative, mentre i costi aziendali continuano ad aumentare, a partire da quelli energetici (+26,2% ad agosto, +6,8% tendenziale).
(ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.