Crisi frutta: Coldiretti, primi sostegni pesche ma non basta

pesche 7”Una prima risposta alla nostra mobilitazione a livello nazionale e comunitario che non si fermerà fino a quando non saranno adottate misure adeguate per superare una crisi che rischia di compromettere per sempre il frutteto italiano e con esso l’economia, il lavoro e l’ambiente”. E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento all’annuncio del Commissario europeo all’Agricoltura, Dacian Cioloş dell’attivazione di misure per fronteggiare la crisi di mercato delle pesche e nettarine. ”Le misure che verranno adottate nelle prossime settimane hanno effetto retroattivo dall’immediato e – sottolinea la Coldiretti – riguardano un aumento dal 5% al 10% dei volumi di produzione delle Organizzazioni dei produttori, che potranno essere ritirati dal mercato. Tali misure saranno rese accessibili anche ai non soci delle Organizzazioni dei produttori. Infine, saranno forniti fondi supplementari per la promozione, azioni di promozione nel quadro dei programmi operativi delle OP (secondo le consuete modalità di cofinanziamento). Un quadro inadeguato ad affrontare la gravità della situazione che – conclude la Coldiretti – siamo certi che l’azione del Ministero delle Politiche Agricole in collaborazione con gli analoghi dicasteri Francia e Spagna saprà migliorare adeguatamente con il supporto dei produttori agricoli europei riuniti nel Copa Cogeca, sotto il pressing della Coldiretti”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.