Crisi: niente frutta e carne per una famiglia su dieci

mercato rionale
Una famiglia su dieci quest’anno ha rinunciato a frutta fresca e carne bovina. Lo rileva l’ultima indagine Ismea Gfk-Eurisko sui consumi degli italiani, da cui si evince un calo complessivo degli acquisti alimentari domestici dell’1,5% nei primi 5 mesi dell’anno (rispetto allo stesso periodo del 2012). Particolarmente evidente la flessione di frutta (-3,8%) e carne bovina (-5,1%), alimenti che per alcune famiglie sono diventati off limits. Nel tentativo di far quadrare il bilancio, spiega l’Ismea, si tende inoltre a sacrificare alimenti facilmente deperibili e più soggetti a sprechi. Esemplificativo il caso del latte, con l’aumento del 4,2% degli acquisti di Uht (+5,3% famiglie) a fronte di un calo del 3,9% del fresco. Altra dinamica evidente, lo spostamento degli acquisti verso prodotti di fascia più economica, sia all’interno della stessa categoria merceologica, sia tra alimenti aventi la medesima funzione. Così tra i proteici si consumano più uova e carni avicole e suine e meno carni bovine e pesce. Per la pasta crolla del 9,6% la spesa, a fronte di un calo molto più modesto in quantità (-1,4%). Altre importanti flessioni si registrano per gli oli extravergine confezionati (-10%) e per le insalate di IV gamma (-8,7%), che invertono la tendenza dopo anni di crescita.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.