Crisi: per due imprese agricole su tre il peggio deve arrivare

Asparagiaie a CantelloLa crisi preoccupa particolarmente gli imprenditori agricoli. Il 62% di loro, 2 imprese su 3, ritiene che “il peggio deve ancora arrivare” e per quasi la metà, il 48%, “la crisi è più grave di quello che si pensa”. Emerge da un’indagine effettuata da Ipsos su un campione di 350 imprese agricole sul territorio nazionale, presentata oggi nel corso della terza edizione di Academy Confagricoltura. Insoddisfazione poi per il basso livello di attenzione da parte del mondo politico, istituzionale e anche dei media verso le imprese agroalimentari (per il 90%, il livello di attenzione é scarso o nullo), ma anche i cittadini appaiono distanti. “Nonostante ciò, l’agricoltura resta un settore fondamentale per il nostro sistema economico – ha detto il presidente di Confagricoltura Mario Guidi – ci sono imprese in difficoltà, ma che riescono a mettere sul mercato prodotti d’eccellenza e restare competitive. Per questo al futuro bisogna guardare con fiducia: richiamando il tema della giornata di oggi, proprio la fiducia, insieme ad un’azione responsabile, consente quella rappresentanza efficace che i corpi intermedi possono garantire”. Nei confronti del governo emerge un’immediata richiesta di riduzione della pressione fiscale, sia per le famiglie sia per le imprese, mentre nel medio termine l’attenzione si concentra sull’accesso al credito e sulla lotta alla contraffazione. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.