Crisi zucchero, manifestazioni a Bologna e Parma

zucchero 1
I bieticoltori ed i lavoratori dei bacini emiliani e veneti sono in mobilitazione per sensibilizzare gli organi territoriali di Stato al mancato stanziamento degli aiuti nazionali autorizzati e programmati dal 2006 al 2010. Tali finanziamenti – afferma una nota – sono stati erogati solamente nel 2006, nel 2007 e nel 2008 ed ora la filiera si aspetta che Governo e Parlamento mantengano l’impegno assunto in sede comunitaria e stanzino 43 milioni di euro per ciascuna campagna.
“Sono soddisfatto della numerosa e attiva partecipazione degli operatori della filiera – afferma il Presidente di Co.Pro.B. Claudio Gallerani – che dimostra la compatta volontà di dare un futuro ad un settore che in Italia occupa 2.000 lavoratori e 10.000 aziende agricole, senza considerare poi l’indotto”.
Alla manifestazione di oggi a Bologna ed al successivo incontro in Prefettura ha preso parte anche l’assessore all’agricoltura dell’Emilia-Romagna Tiberio Rabboni. “Condivido pienamente – ha dichiarato Rabboni – le motivazioni che sono alla base della mobilitazione. Siamo di fronte ad un vero e proprio paradosso. Gli oneri fiscali e i costi a carico degli agricoltori sono destinati ad aumentare, mentre risorse già stanziate sono “congelate” o addirittura destinate ad interventi in altri settori dell’economia nazionale che possono già contare su misure di sostegno straordinario e su importanti ammortizzatori sociali. È il caso degli aiuti nazionali per il settore bieticolo – saccarifero, pari a 43 milioni di euro per il 2009 ed altrettanti per il 2010, autorizzati dall’Unione europea a seguito della riforma dell’Organizzazione comune di mercato varata nel 2005 che ha portato alla chiusura di 15 stabilimenti. Senza queste risorse un comparto produttivo che oggi interessa circa 10.000 aziende agricole a livello nazionale e genera un consistente indotto industriale, con oltre 2.000 addetti, rischia di scomparire definitivamente dal panorama nazionale.
E questo avviene proprio nel momento in cui i quattro zuccherifici ancora attivi, due dei quali sono collocati a Minerbio in provincia di Bologna ed a san Quirico in provincia di Parma, hanno completato investimenti per oltre 130 milioni di euro per aumentare la propria competitività e reggere il confronto con gli altri Paesi produttori. Sulla base di queste motivazioni, il presidente della Regione Emilia – Romagna Vasco Errani ha scritto ieri al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, per chiedere il rispetto degli impegni assunti dal Governo”.
Un’analoga manifestazione si svolgerà domani a Parma.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.